Cesare Conterno

Cesare Conterno

N. 10/9/1942 | M. 1/9/2010

Chissà quanto amore avresti voluto ancora, quanto ne avresti dato e quanta vita ancora avresti avuto da offrire. Il tuo silenzio ora è ghiaccio che gela l’anima, il coraggio di soffrire ti ha condotto lassù, sulla vetta inesplorata del mondo, dove i buoni diventano eroi. Settembre ti ha rubato ai tuoi affetti e meschino ha seminato angoscia. Spesso i migliori svaniscono bevendo una sorsata di buono dal mondo…… Arrivederci.

Messaggi


Manifesti